Albergo Roma

Un podcast di Natalie Norma Fella

Albergo Roma è un podcast che racconta l’esperienza di una comunità per migranti minori non accompagnati. A Fagagna, in provincia di Udine, un ex hotel ospita una comunità per migranti minori non accompagnati gestita da OIKOS Onlus. Questo podcast racconta la storia di quell’edificio, spiega il funzionamento del sistema d’accoglienza e raccoglie le testimonianze della comunità composta dagli ospiti, dal personale e degli abitanti del comune che accoglie questo progetto.

Albergo Roma è scritto e raccontato da Natalie Norma Fella

Sound design di Natalie Norma Fella
Musiche di Flavia Ripa
Mix di Jonathan Zenti

Albergo Roma è un podcast prodotto da Bottega Errante Edizioni in collaborazione con OIKOS Onlus all’interno del progetto “Prassi intermedia” finanziato dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.

“La situazione evolve, le rotte cambiano, i numeri aumentano, ma una cosa rimane immutata: le migrazioni non sono fenomeni passeggeri, non sono una crisi, né un’emergenza.” da Glossario delle migrazioni

L'autrice

NATALIE NORMA FELLA Attrice e autrice di podcast, audiowalk e spettacoli teatrali. Vive a Milano, lavora spesso in Friuli Venezia Giulia e dal 2012 ha all’attivo collaborazioni con realtà culturali e artistiche in Canada. Fondatrice del collettivo internazionale Wundertruppe con cui crea performance itineranti in cuffia tra cui Piazza della Solitudine e Piante Pioniere. Nelle sue creazioni convergono teatro, suono, arte relazionale ed esplorazione dello spazio pubblico. È autrice del podcast Linea Bianca, che racconta della nascita del confine a Gorizia a partire dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, dell’episodio “Milano” della serie Le città invisibili di Rete2 – Radio Svizzera Italiana, ha curato la formazione e la supervisione del podcast Come 2 Baranza del collettivo Slaynez. Ha prestato la voce per progetti di altri autori tra cui il podcast di Internazionale Zaynab – una calciatrice in fuga dall’Afghanistan. Per Bottega Errante è autrice del podcast Albergo Roma.

Glossario delle migrazioni

Come usare le parole giuste per raccontare l’accoglienza e l’umanità che si sposta

Uno strumento operativo per amministratori, giornalisti e operatori dell’accoglienza

Il Glossario delle migrazioni è uno strumento nato dal progetto Prassi Intemedia (Prevenzione della RAdicalizzazione tramite la formazione degli operatori della sicurezza e dei profeSSIonisti dell’INformazione nei TERritori e nei MEDIA) promosso da OIKOS Onlus.

Il progetto vede nella formazione delle persone che si occupano di immigrazione un elemento fondamentale verso una maggiore comprensione del fenomeno. L’obiettivo è quello di dare alle persone che operano sul territorio (dipendenti pubblici, forze dell’ordine, giornalisti iscritti all’albo) degli strumenti concreti per comprendere concretamente e comunicare in modo corretto quanto sta avvenendo nel settore dell’immigrazione.

Uno degli strumenti elaborati all’interno del progetto è il Glossario delle migrazioni, di cui Bottega Errante Edizioni ha curato la redazione.

Il Glossario delle migrazioni  è il condensato di un percorso di formazione e confronto con giuriste e ricercatrici, sociologi e operatori, giornalisti e amministratori. Redigere un glossario implica un’assunzione di fondo molto forte: le parole sono importanti, non solo come mezzo di conoscenza della realtà, ma anche come strumento (potente e pericoloso) di manipolazione del mondo. Le parole sono tasselli di narrazioni, e le narrazioni, nel bene o nel male, definiscono la realtà, demarcano confini, assegnano ruoli. Tramite le parole possiamo descrivere la complessità della realtà oppure appiattirla, semplificarla, degradarla.

Il Glossario delle migrazioni è consultabile da chiunque voglia e scaricabile gratuitamente in formato pdf.

OIKOS Onlus

OIKOS è una Onlus nata a Udine nel 2005 per sostenere progetti di cooperazione internazionale. Nel gennaio 2016, con l’intensificarsi degli arrivi di persone migranti in Friuli Venezia Giulia, ha iniziato ad occuparsi dell’accoglienza diffusa di adulti e Minori Stranieri Non Accompagnati. Si occupa anche di educazione alla mondialità, integrazione, formazione e volontariato. OIKOS Onlus è casa, dal greco. È una casa nel mondo. Una casa con la porta ben aperta per accogliere e sostenere i più vulnerabili. È uno spazio per ascoltare chi ha una storia da raccontare. È un luogo dove progettare un mondo migliore.