La notte che il Friuli andò giù

12.00

Sento ancora, in particolare in questo momento storico, aprirsi la questione della solidarietà: come è stata vissuta allora in Friuli e come si vive oggi. Allora si è sperimentata in modo diretto, profondo, esteso: persone singole, gruppi, associazioni, comunità, comuni, alpini, diocesi e comunità parrocchiali e altri soggetti ancora d’Italia, d’Europa, d’altri Paesi in cui ci sono migranti friulani, sono stati presenti con dedizione di tempo, energie, denaro, con competenze, in modo positivo, proprio costruttivo. E si è vissuta la solidarietà diretta nelle tendopoli e nei prefabbricati. Pierluigi Di Piazza

Autori: Renzo Brollo, Pericle Camuffo, Pierluigi Di Piazza, Gian Paolo Gri, Maurizio Mattiuzza, Paolo Medeossi, Giada Messetti, Silvia Sacher, Antonella Sbuelz, Renzo Stefanutti
Collana: camera con vista/2
Anno: 2016
Formato: 13 x 20
Pagine: 144
ISBN: 9788899368043

Spedizione standard € 4.20
Per ordini superiori a € 20.00 la spedizione sarà gratuita 
Tutte le spedizioni avvengono tramite corriere.

Categorie: , , Product ID: 1366

Descrizione

Un canto collettivo, corale, popolare, che ci riporta dentro la notte del 6 maggio 1976, una data scolpita nella memoria di intere generazioni, che ha spostato la linea retta della storia dell’intero Friuli, un modo di essere, di vedere il mondo, di farne parte. Una tragedia, che accanto ai mille morti e al crollo totale di interi paesi, è diventata simbolo dello spirito profondo di un popolo, di una comunità, fatto di commovente solidarietà, tenacia, lacrime trattenute, pacche sulle spalle.

La letteratura ha anche il compito di costruire un immaginario, di provare a narrare le emozioni, le contraddizioni, i dolori di quel 1976. Dai testi più “politici” ai più poetici, dalle testimonianze dirette alle riflessioni, scrittori, giornalisti, critici, musicisti ci mostrano in questo libro che cos’è stato per loro il terremoto.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La notte che il Friuli andò giù”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *